CANNOLI SICILIANI

 

INGREDIENTI PER LA CIALDA

 INGREDIENTI              U.M.             QUANTITà
 FARINA BIANCA 00 FORTE  g    1000
 ZUCCHERO  g    60

 BURRO o strutto

g    60
SALE g   5
UOVA g   350
MARSALA O VINO ROSSO g   100
SCORZA DI LIMONE GRATTUGIATA N   1
CUCCHIAINO DI CANNELLA IN POLVERE    o cacao amaro          1/2
       

 

 

INGREDIENTI PER LA CREMA DI RICOTTA

 

 INGREDIENTI           U.M.                      QUANTITà      
       
 RICOTTA  g    500
ZUCCHERO A VELO g   150
GOCCE DI CIOCCOLATO g   50

CUBETTI DI ARANCIA CANDITI SMINUZATI O

CILIEGIE CANDITE-GRANELLA DI PISTACCHIO- ECC     

g   50
       

 

 

PROCEDIMENTO PER LA CIALDA

 

Mettere tutti gli ingredienti in una piccola planetaria, lavorare a bassa velocita con il gancio e formare un impasto molto sostenuto e liscio. Coprire la pasta con un cellophane per evitare che si formi la crosticina sulla superficie.

Stendere la pasta a mm1, stampare degli ovali con il coppapasta che verranno avvolti sulle cannucce di metallo, spennellando un lembo della pasta con dell'uovo sbattuto per far attaccare le due estremità.

Immergere i cannoli nell'olio bollente, fino a quando la pasta comincerà ad indurirsi  e ad assumere un bel colore dorato.

Friggere nell'olio bollente a 176°C con molta attenzione, perchè la cottura sarà veloce.

Riempire i cannoli con crema di ricotta, spolverare con zucchero velo vanigliato prima di servire.

 

PROCEDIMENTO PER LA CREMA DI RICOTTA.

 

Mescolare zucchero velo e ricotta, poi poassarli al setaccio e incorporare il cioccolato e i cubetti di arancia.

Utilizzare un sac à poche con bocchetta liscia grande per riempire i cannoli.

Il consiglio

FONDAMENTALE farcire i cannoli con la crema di ricotta solo al momento di servirli, altrimenti l’umidità della ricotta renderà molle la CIALDA.

 

Le varianti dei cannoli siciliani

Come tante ricette siciliane, anche i cannoli vanno incontro a numerose varianti locali: il dolce (che la storia vuole essere nato a Caltanissetta durante la dominazione araba) è composto tradizionalmente da una cialda e da una crema a base di ricotta di pecora, ma davvero le variazioni sono infinite. La cialda fritta può essere più o meno scura, a secondo se vi sia contenuta polvere di cacao o di caffè o meno.

Gli ingredienti

Indispensabili lo STRUTTO, il vino MARSALA e un po’ di ACETO di vino: tutti e tre servono a formare in cottura quelle bolle che rendono la scorza dei cannoli così friabile e leggera. Oltre al Marsala, o al posto del Marsala, spesso si aggiunge anche un po’ di vino bianco nell’impasto, che deve risultare compatto ed elastico. Dopo un periodo di riposo, l’impasto viene poi steso sottilissimo, parliamo di millimetri, avvolto nelle canne (un tempo vere canne di fiume, oggi  canne in acciaio inossidabile) e fritto, anticamente nello strutto, oggi si può usare anche l’olio di semi di arachide.

La farcia è a base di RICOTTA DI PECORA (alcuni usano la ricotta vaccina quando quella di pecora non è disponibile) e zucchero: la crema di ricotta può essere arricchita da pezzetti di canditi (arancia) o con un po’ di cannella (io di solito non la metto), anche se ormai si trovano cannoli riempiti con crema al cioccolato, al pistacchio, crema pasticcera. L’esterno dei cannoli siciliani, che all’origine si preparavano per Carnevale, è guarnito da zucchero a velo sulla cialda e canditi di arancia o ciliegie oppure nocciole, pistacchi tritati o cioccolato fondente in scaglie sulla ricotta.

Curiosità

Il cannolo siciliano è una delle specialità più conosciute della pasticceria siciliana. Come tale è stata ufficialmente riconosciuta e inserita nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

I Cannoli siciliani, sono un dolce tradizionale tipico della pasticceria siciliana! Si tratta di cialde fritte a forma di tubo appunto “Cannolo“; farcite con crema di ricotta di pecora e gocce di cioccolato, infine decorati con zucchero a velo e granella di frutta secca : pistacchi, arancia candita che sono aggiunte sul ripieno che spunta dalla cialda! Bontà unica che ha origini antiche! Il Cannolo siciliano risale ai tempi alla dominazione araba in Sicilia (dal 827 al 1091) nati dalle mani delle suore di un convento nei pressi di Caltanissetta; inizialmente preparati in occasione del Carnevale. Ben presto si diffusero in tutta la Italia, diventando il dolce da preparare in tutte le occasioni! Oggi insieme alla cassata siciliana, sono i dolci siciliani più famosi al mondo!